Napoli Sotterranea

Il più affascinante percorso nel sottosuolo di Napoli.

Napoli Sotterranea è una tappa obbligata a Napoli.

Un substrato ricco di storia e legato alla riscoperta di un patrimonio raro, se non unico nel suo genere. Opere di grande ingegneria civile, lasciate a lungo in abbandono e oggi recuperate a nuova vita grazie al sapiente lavoro di Napoli Sotterranea. Bellezze indescrivibili e luoghi suggestivi tutti da scoprire.

Da oltre 30 anni, Napoli Sotterranea offre escursioni nei luoghi più affascinanti e suggestivi del ventre della città.           I membri dell’Associazione sono impegnati – senza aver mai ricevuto alcun tipo di finanziamento da parte di istituzioni pubbliche o di enti privati- nel recupero e nella valorizzazione, ai fini della pubblica fruizione, del sottosuolo.

Il loro impegno è legato ad un unico scopo: quello di far conoscere ed amare Napoli. Il risultato è da sempre stato vincente. Chi visita questi luoghi se ne innamora, si emoziona.

Napoli Sotterranea ha rappresentato un punto di partenza fondamentale per altre realtà nate in Italia e in Europa grazie alla competenza e alla collaborazione dell’Associazione.

Partecipare all’escursione significa compiere un viaggio nella storia lungo ben 2400 anni, dall’epoca greca a quella moderna, a 40 mt di profondità tra cunicoli e cisterne. Durante l’escursione oltre ad ammirare i resti dell’antico  acquedotto greco-romano e dei rifugi antiaerei della Seconda Guerra Mondiale, si visiteranno il Museo della Guerra, gli Orti Ipogei (www.ortipogei.it), la Stazione Sismica “Arianna” e tanto altro ancora.

Sarà, infine, possibile visitare gratuitamente i resti dell’antico Teatro greco-romano, accessibili da una proprietà privata.

Si consiglia di indossare scarpe comode e una felpa nei mesi estivi. I percorsi stretti, come i cunicoli, sono assolutamente facoltativi. Scoprire Napoli da un altro punto di vista è una opportunità da non perdere.

Questo è l’unico Percorso Ufficiale Autorizzato di Napoli Sotterranea, e, pertanto l’unico sito nel quale vengono garantiti standard di sicurezza elevati. L’ingresso è nel cuore del centro storico in Piazza San Gaetano n.68

La Storia del sottosuolo napoletano:

I primi manufatti di scavi sotterranei risalgono a circa 5.000 anni fa, quasi alla fine dell’era preistorica. Successivamente, nel III secolo a.C., i Greci aprirono le prime cave sotterranee per ricavare i blocchi di tufo necessari per costruire le mura e i templi della loro Neapolis e scavarono in numerosi ambienti per creare una serie di ipogei funerari.  Lo sviluppo imponente del reticolo dei sotterranei iniziò in epoca romana: i romani infatti in epoca augustea dotarono la città di gallerie viarie e soprattutto di una rete di acquedotti complessa, alimentata da condotti sotterranei provenienti dalle sorgenti del Serino, a 70 km di distanza dal centro di Napoli. Altri rami dell’acquedotto di età augustea arrivarono fino a Miseno, per alimentare la Piscina mirabilis, che fu la riserva d’acqua della flotta romana. Larghi quel poco che permetteva il passaggio di un uomo, i cunicoli dell’acquedotto si diramavano in tutte le direzioni, con lo scopo di alimentare fontane ed abitazioni situate in diverse aree della città superiore. A tratti, sulle pareti, si notano ancora tracce dell’intonaco idraulico, utilizzato dagli ingegneri dell’antichità per impermeabilizzare le gallerie. Agli inizi del XVI secolo il vecchio acquedotto e le moltissime cisterne pluviali non riuscivano più a soddisfare il bisogno d’acqua della città che si era estesa a macchia d’olio e fu così che il facoltoso nobile napoletano Cesare Carmignano costruì un nuovo acquedotto. Fu solo agli inizi del XX secolo che si smise di scavare nel sottosuolo per l’approvvigionamento idrico e si abbandonò una rete di cunicoli e cisterne di oltre 2.000.000 m², diffusa per tutta la città. I sotterranei furono quindi utilizzati durante la Seconda Guerra Mondiale come rifugi antiaerei per proteggersi dai disastrosi bombardamenti che colpirono la città. Le cavità furono illuminate e sistemate per accogliere decine e decine di persone che al suono della sirena si affrettavano a scendere per le scale che scendevano in profondità.        Resti di arredi, graffiti e vari oggetti in ottimo stato di conservazione testimoniano ancora oggi la grande paura dei bombardamenti e i numerosi periodi della giornata vissuti nei rifugi, facendo riemergere uno spaccato di vita importante e al tempo stesso tragico della storia cittadina.

Napoli Sotterranea

Contattaci al telefono o via Email
Telefono: (+39) 081 296944

Cellulare: (+39) 340 4606045

Cellulare: (+39) 349 1046436

Cellulare: (+39) 334 3662841

Cellulare: (+39) 333 5849479

Cellulare: (+39) 392 1733828

WhatsApp: (+39) 333 5849479

Email: info@napolisotterranea.org

 

Un incredibile viaggio nella storia

Il sottosuolo di Napoli

L'altra faccia di Napoli.

Ogni epoca, dalla fondazione della Neapolis alle bombe della seconda guerra mondiale, ha lasciato traccia sulle mura di tufo giallo, pietra con cui la città è costruita.

quaranta metri di profondità sotto le vocianti e caratteristiche vie del centro storico di Napoli, si trova un mondo a parte, per molto ancora inesplorato, isolato nella sua quiete millenaria eppure strettamente collegato con la città.
E' il grembo di Napoli, da cui essa stessa è nata.

Visitarlo significa compiere un viaggio nel tempo lungo duemila e quattrocento anni.

Di Napoli tutti apprezzano le eccezionali bellezze, la cultura e l'arte, ma pochi conoscono la storia del sottosuolo.

L'opera dell' Associazione Napoli Sotterranea è tutta tesa al recupero del sottosuolo e della sua valorizzazione.


Clicca qui per visitare la stazione online

Stazione Sismica Arianna

Controlla online cosa succede nel sottosuolo


Clicca qui per visitare la stazione meteo sotterranea

Stazione Meteo di Napoli Sotterranea

Controlla online il Meteo


Clicca qui per visitare la centralina microclimatica

Stazione microclimatica di Napoli Sotterranea

Controlla online i parametri


Clicca qui per l’elaborazione dei dati in tempo reale

Stazione di elaborazione dati in tempo reale

Controlla in tempo reale i dati meteo



Le tappe del nostro percorso:

Visita Napoli Sotterranea

Visita guidata a Napoli Sotterranea: cave di tufo greche, acquedotto e gallerie viarie di epoca romana, tunnel borbonico, ricoveri antiaerei, museo della guerra, museo dell’acqua, museo del presepe napoletano.
Tour della durata di circa 2 ore, accompagnati dalle nostre guide multilingua che vi faranno conoscere la storia di Napoli da un punto di vista particolare: quello del sottosuolo.
Leggi gli orari e prenota

Visita il Teatro Greco - Romano

Di recente scoperta il Teatro Greco Romano, anch’esso nel sottosuolo: è il secondo appuntamento della Napoli Sotterranea, attraverso il pittoresco ingresso in un basso in Vico Cinquesanti.
Un'occasione unica per guardare la storia da vicino.

Un viaggio nella storia Incredibile ed emozionante.
Leggi gli orari e prenota
 

Visita il Museo della Guerra

Da marzo 2008 il Museo della Guerra di Napoli raccoglie e conserva documenti relativi al Secondo conflitto mondiale.

In esposizione materiali, oggetti e documenti relativi al periodo che va dal giugno 1940 a settembre 1943.

Alla fine della visita guidata si accederà direttamente al Museo della Guerra, guardando da vicino le testimonanze del passato.

Come raggiungerci